ASD a fine stagione
Peschiera Calcio con Matteo Pollastri
di Rodolfo Giurgevich

Ambiente sano quello granata e non solo perchè gode di un clima, quello del Garda, temperato e gradevole.
Il modo di essere sul territorio è quello di una società sportiva che ha sì progetti di crescita agonistica e contemporaneamente è aliena da atteggiamenti di eccesso che conducono staff tecnici e giovani atleti ad una convivenza sportiva serena.

Matteo Pollastri, responsabile giovanile, chiude la stagione con un bilancio tutto sommato positivo:  « Quest’anno lequattro categorie agonistiche hanno vissuto situazioni molto diverse con obiettivi altrettanto diversi. Gli Under15 hanno patito, seppur solo inizialmente, una scarsità numerica che poi fortunatamente è andata a risanarsi con qualche ingresso last-minute. A dimostrazione della bontà del lavoro di Veneri e Zaccuri, i Giovanissimi hanno terminato la stagione con il non-problema di dover effettuare le convocazione ogni sabato in quanto il numero eccedeva i 20 consentiti.
Contrariamente, gli Allievi  (mister Alberto Sette) partivano con una sovrabbondanza, naturalmente scremata nel tempo; una squadra ricca di 2008 validi i quali, quando chiamati, si sono fatti valere anche nella Under19. Poi, colpevolmente, abbiamo staccato la spina nel girone di qualificazione classificandoci in una posizione che sulla carta non meritavamo. La carta però, ad un certo punto lascia spazio al campo, occorre fare mea culpa. Una buona esperienza nel torneo di Cattolica ha riacceso il gruppo, anche se ai quarti di finale in Coppa Bisin i rigori non ci hanno sorriso.
Sulla Juniores bisognerebbe scrivere un libro, che riassumiamo in poche righe. Mister Ermanno Basso qui sul Lago è un volto nuovo, ha saputo lavorare bene e tirare fuori a fatica il meglio (o quasi) dai nostri cadetti. Un’inspiegabile rimonta subita a Caselle ha pregiudicato il nostro passaggio alle fasi finali, questo sicuramente il grande rimpianto.
La Prima Categoria è stata una montagna russa, una rivoluzione in Luglio ha cambiato molte carte in tavola, un inizio difficilissimo, la ripresa e il filotto clamoroso di nove risultati utili che ci hanno portato alla salvezza (e in realtà quasi a giocarsi l’accesso ai playoff).»

Ho cercato di capire qual’è stato l’aspetto più significativo della stagione: «Per non fare un torto a questa o quella categoria, direi che l’ulteriore (e costante) crescita del Peschiera Calcio è un dato da assumere positivamente. Da qualche anno la numerosità dei tesserati è in aumento progressivo e questo ci consente di iscrivere almeno una squadra in tutte le categorie FIGC. La sfida è continuare a lavorare, e bene, in tal senso. Di questo bisogna ringraziare Mister ed Educatori.
Alla domanda se  il programma elettorale di Umberto Chincarini (candidato Sindaco a Peschiera, provocherà scossoni, Matteo Pollastri non ha dubbi, nessuna discontinuità, perchè comuque vadano le elezioni, il Presidente resterà coi giovani.

Infine, situazione staff tecnici, conferme e novità per la stagione 2024-2025: «…siamo alla ricerca di allenatori ed educatori per il settore di base, il più importante, dove tutto deve iniziare con qualità. In particolare nelle categorie Esordienti e Pulcini, quest’anno tutti classificati – altro dato significativo – alle fasi primaverili èlite.  Le squadre a 11 sono invece ben salde nelle mani dei nostri fidati condottieri.»

Buon lavoro quindi a Mauro Veneri, Alberto Setti ed Ermanno Basso, benvenuto ai  mister che vorranno accettare la sfida in riva al lago in un sano ambiente sportivo. Per un contatto diretto: +39 393 524 2535, risponde Matteo Pollastri.

Mauro Veneri, Alberto Sette ed Ermanno Basso

Condividi anche tu!